Addio a Nicola Carrino. Maestro della scultura e presidente dell’Accademia di San Luca 3100 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/10/2018
Fabrizio Cotognini è il vincitore del Premio Cairo 2018
15/10/2018
Aperte le selezioni per nctm e l’arte: Artists-in-residence, XII edizione
15/10/2018
Ecco il nuovo Consiglio Direttivo di AMACI, l’associazione dei Musei d’Arte Contemporanea
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Addio a Nicola Carrino. Maestro della scultura e presidente dell’Accademia di San Luca

   
   
 
Addio a Nicola Carrino. Maestro della scultura e presidente dell’Accademia di San Luca
pubblicato

È scomparso oggi, nella sua casa nel quartiere Prati, a Roma, all’età di 86 anni, Nicola Carrino, docente in diverse Accademie di Belle Arti, membro dell’Accademia di San Luca dal 1993 e presidente nel biennio 2009-2010, maestro della materia scultorea e autore di opere di grande impatto visivo e paesaggistico. La notizia ci è stata data da fonti molto vicine alla famiglia. 
Nato il 15 febbraio del 1932, a Taranto, negli anni ’60 frequentò il vivace ambiente culturale romano. Nel 1962 fondò il Gruppo 1, insieme a Nato Frasca, Achille Pace, Giuseppe Uncini, Pasquale Santoro e Gastone Biggi, proponendo il superamento delle correnti informali in favore di una ricerca geometrica sui nuovi materiali. Il Gruppo 1 si sciolse nel 1967 e Carrino continuò ad approfondire autonomamente la sua linea estetica, applicandosi, in particolare, alla progettazione di opere installative dallo spiccato impianto modulare e costruite in ferro e acciaio inox, la sua materia prediletta. 
Ha partecipato a molte edizioni della Biennale di Venezia, nel 1966, 1970, 1976 e 1986, oltre che della Quadriennale di Roma, nel 1965, 1973, 1986, 1999. Tra le opere permanenti in spazi pubblici, ha realizzato il Rilievo di facciata del Complesso Corviale IACP, a Roma, nel 1974, e il Riassetto Urbano della Piazza Fontana, a Taranto. Sue opere sono presenti nelle collezioni della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, del Museo Sperimentale d’Arte Contemporanea di Torino, del MART di Rovereto, della Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano, della Sammlung Dierichs della Ruhr-Universitat di Bochum. 
Tra i riconoscimenti, il Premio per la Scultura all’XI Biennale di San Paolo del Brasile, nel 1971, mentre nel 2010 ha ricevuto la medaglia d’oro del Presidente della Repubblica per la mostra antologica al MODO di Orvieto. Nel 2009 è stato nominato Académico Correspondiente de la Academia Nacional de Bellas Artes di Buenos Aires.
I funerali si svolgeranno mercoledì, 16 maggio, a Roma, nella Chiesa dei Santi Luca e Martina.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram