Fino al 9.IX.2018 - Romina De Novellis, Gradiva - DAFNA Gallery, Napoli 3071 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/09/2018
La fantascienza è adesso. Ancora pochi giorni per partecipare al bando di Festival Robotics
20/09/2018
Ikebana con Malevic. I vasi e le lampade suprematiste dello studio di design NOOM
20/09/2018
Addio alla regina dell’editoria Inge Feltrinelli
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Fino al 9.IX.2018
Romina De Novellis, Gradiva
DAFNA Gallery, Napoli

   
  Emanuele Castellano 
 
Fino al 9.IX.2018 - Romina De Novellis, Gradiva - DAFNA Gallery, Napoli
pubblicato

È una novella dello scrittore tedesco Wilhelm Jensen, a ispirare l’importante lavoro performativo di Romina De Novellis, documentato in questa mostra da una serie di scatti ospitati negli spazi di DAFNA Gallery. Insieme alle fotografie dal grande formato, realizzate dal fotografo Mauro Bordin, è presente anche un video della performance, realizzato dal regista colombiano Andrés Maldonado. Il progetto artistico e la successiva mostra sono stati organizzati dal centro di produzione per l’arte contemporanea Labanque di Béthune, con il coordinamento di DAFNA Gallery e il sostegno di Kreemart e dalla galleria Alberta Pane.

null
Romina De Novellis, Gradiva

Nell’atto performativo l’artista utilizza il proprio corpo nudo, camminando e vagando all’interno degli spazi del Parco archeologico di Pompei, mentre trascina con sé un grande carro ligneo su cui è adagiato un calco in gesso del proprio corpo, in riferimento anche alle immagini stesse dei calchi di Pompei. L’azione del camminare, qui, è catartica, magica, rituale e non fa altro che rimandare al cammino spirituale che ogni persona compie nel corso della propria esistenza. L’azione del trascinare, invece, si riferisce proprio a quella fatica e sofferenza che fa parte della condizione umana e, oltretutto, con il perpetuarsi del lungo tempo di performance, l’artista ci ricorda il coraggio e la forza che l’umanità mostra nell’affrontare tali sofferenze.
Nell’opera di Jensen, Gradiva era una fanciulla raffigurata in un bassorilievo oggi conservato ai musei Vaticani e che all’interno del romanzo viene scoperto dall’archeologo Norbert Hanold. Il nome Gradiva infatti significa "Colei che cammina”, oppure, "colei che avanza”. 

Emanuele Castellano
Mostra vistata il 9 maggio

Dal 9 maggio al 9 settembre 2018
Romina De Novellis, Gradiva
Dafna Home Gallery
Via Santa Teresa degli Scalzi, 76 - Napoli
Orari: dal lunedì al venerdì, dalle 16 alle 20, sabato dalle 10 alle 13
Info: info@dafna.it

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Emanuele Castellano
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram