THAT’S STORIES 3071 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
14/11/2018
Pornhub e Milo Manara insieme, per un gioco di carte. Red Light, ovviamente
14/11/2018
Palazzo Grassi racconta la sua lunga storia, per due giorni tra moda e arte
14/11/2018
Disney Pixar ha rilasciato il primo teaser trailer di Toy Story 4
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
Thats contemporary
         
 

THAT’S STORIES

   
 All’aeroporto di Malpensa si viaggia anche con l’arte insieme ad Armin Linke e al suo progetto “Alpi”
di Roberta Ranalli
 Roberta Ranalli 
 
THAT’S STORIES
pubblicato

Siete in partenza? Che sia per lavoro, per piacere o per il vostro anno sabbatico, dal 22 ottobre all’aeroporto di Milano Malpensa potrete scoprire la mostra "Alpi” di Armin Linke
E mentre sognate paesaggi di montagna incontaminata non sarà difficile farvi sedurre dall’installazione site-specific dell’artista, ideata per interagire con il viaggiatore e lo spazio poetico de La Porta di Milano. Alpi, frutto di una ricerca durata sette anni realizzata insieme a Pietro Zanini e Renato Rinaldi, emerge dal buio della sala come una riflessione algida e puntuale sulla complessità e sulla percezione visiva del paesaggio alpino, inteso come luogo comune dell’agire umano. 
Nel film e nelle foto presenti in mostra lo sguardo di Linke conduce in una zona di confine che, come ha ben analizzato il filosofo Bruno Latour, non è "né dentro né fuori”. È una dimensione diversa, infatti, quella che l’artista-sferologo (Latour) riesce a toccare: quella dell’involucro, ossia la parte più ineffabile e vitale degli esseri umani, che permette l’esistere di un dentro e di un fuori. 

null
Armin Linke, Segantini Museum, St. Moritz, Switzerland, 2004. Courtesy of Artist and Galleria Vistamare/Vistamarestudio, Pescara/Milano

Così le Alpi di Linke, paesaggi artificiali ricreati su modelli in scala o in un centro commerciale a Dubai, si inseriscono nella dimensione "altra” dell’aeroporto. 
L’aeroporto, come le Alpi: zona limite, hub infrastrutturale, confine e luogo "artificiale” per eccellenza, dove potersi interrogare sui "luoghi comuni”, sugli spazi del complesso e articolato agire umano, portando con sé questi paesaggi e queste immagini tra un viaggio e l’altro, nell’attesa del proprio altrove. 
L’installazione Alpi di Armin Linke è realizzata in occasione del Milano Montagna Festival & Fuori Festival 2018, in collaborazione con SEA Milan Airports. 

Roberta Ranalli

Fino al 9 novembre 2018
Milano Malpensa, Porta di Milano, Terminal 1 

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Roberta Ranalli
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram