The Brooklyn Rail va in Chiesa 3081 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

The Brooklyn Rail va in Chiesa

   
   
 
The Brooklyn Rail va in Chiesa
pubblicato

53. The Brooklyn Rail
c/o Complesso della Chiesa di Santa Maria delle Penitenti
Fondamenta di Cannareggio, 910
hq@brooklynrail.org
brooklynrail.org

Artists Need to Create
on the Same Scale
that Society Has
the Capacity to Destroy:
Mare Nostrum
Metabolic Studio,
curated by Phong Bui, Francesca Pietropaolo
08.05 > 24.11.2019
Opening, 8.05.2019 H 17.00 > 20.00

La mappa Venezia Art to Date di Untitled Association fornisce una panoramica sugli eventi d’arte contemporanea che popolano le vie della città in occasione della Biennale Arte 2019. Reperibile all’interno dell’edizione cartacea di Exibart distribuita a partire dal giorno d’inaugurazione della 58a Esposizione Internazionale d’Arte, la mappa si propone di segnalare gli appuntamenti più interessanti presenti in laguna, tra i quali oggi raccomandiamo "Artists Need to Create on the Same Scale that Society Has the Capacity to Destroy: Mare Nostrum", evento collaterale ufficiale della Biennale di Venezia organizzato dalla pubblicazione newyorchese The Brooklyn Rail.
La mostra verrà inaugurata alle 17.00 di domani pomeriggio all’interno della Chiesa di Santa Maria delle Penitenti, edificio settecentesco situato nel sestiere di Cannareggio, ed esporrà il lavoro di 73 artisti internazionali i quali, attraverso le più svariate modalità, presenteranno la loro personale risposta alla crisi ambientale nell’era del cambiamento climatico. L’esibizione, che assume il tono di un vero e proprio invito alla consapevolezza critica rispetto alla fragilità della natura e della vita umana, sarà affiancata da 1001 Stories for Survival, un programma interdisciplinare di conversazioni con artisti, scienziati e scrittori, nonché spettacoli musicali e letture di poesia che si terranno durante la corsa della Biennale.
Per l’intera durata dell’esibizione, il team di Brooklyn Rail sarà presente a Venezia, ricreando il proprio "social environment” newyorchese nella città lagunare, dove curerà le sue pubblicazioni mensili che, per l’occasione, saranno accompagnate da uno speciale sulle condizioni del Mar Mediterraneo, The River Rail.
All’interno degli spazi della chiesa vi sarà, inoltre, la possibilità di visionare la raccolta di ritratti In Conversation #1 di Phong Bui, curatore della mostra insieme a Francesca Pietropaolo, così come l’installazione The Wall of Offering: To Venice with Love di affermati artisti emergenti quali, tra gli altri, Yasi Alipour, Dana Buhl, Alex Katz, Amy Sillman e Kiki Smith.
Nel cortile esterno saranno invece visibili l’opera al neon di Lauren Bon che ha ispirato il titolo della mostra, Artists Need to Create on the Same Scale that Society Has the Capacity to Destroy, oltre all’installazione site-specific di Maya Lin, Water Water Everywhere, Not a Drop to Drink e alle performance culinarie di Rirkrit Tiravanija, Tomas Vu e Sarah Sze che verranno ospitate durante i giorni di apertura e chiusura dell’esibizione.

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram