Agitazione al Castello di Rivoli per la questione stipendi. Ma il Museo rettifica 3082 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
25/06/2019
Bill Murray riceverà da Wes Anderson il Premio alla carriera alla Festa del Cinema di Roma
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Agitazione al Castello di Rivoli per la questione stipendi. Ma il Museo rettifica

   
   
 
Agitazione al Castello di Rivoli per la questione stipendi. Ma il Museo rettifica
pubblicato

Secondo quanto riportato da La Stampa, la Fisascat-Cisl ha «nuovamente aperto lo stato di agitazione, che nei prossimi giorni potrebbe anche trasformarsi in mobilitazione ed in un blocco del servizio qualora il nodo non si risolva». La questione riguarda le guide che, secondo la ricostruzione del giornale di Torino, non ricevono l’accredito del TFR in busta paga già da alcuni mesi. «Solo un anno fa le lavoratrici impiegate sull’appalto di pulizie si erano viste bloccare il pagamento degli stipendi e si era intervenuti richiedendo un incontro alla committente presso la Prefettura di Torino, per sbloccare la situazione», ha dichiarato Sabatino Basile, referente della Fisascat-Cisl che segue i dipendenti del museo torinese. 
«Le aziende operanti in appalto hanno sempre coperto di tasca propria quanto non saldato dal Museo per pagare puntualmente gli stipendi al personale, in attesa che le vecchie fatture fossero saldate. Purtroppo constatiamo che, nonostante i passi in avanti fatti in passato ora il problema si è incancrenito, e persiste fortemente all’interno della realtà di un importante Museo, che dovrebbe portare lavoro e sviluppo al territorio», ha spiegato Basile alla Stampa.
In merito alla questione, abbiamo sentito il Museo, dal quale è arrivata una netta smentita: «Il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea rende noto che tutto il personale del museo è stato regolarmente retribuito. Per quanto riguarda le spettanze dei lavoratori terziarizzati, come già comunicato alla O.S. Fisascat CISL in data 13 maggio 2019, le ditte appaltatrici ci hanno informato di avere regolarmente pagato gli stipendi e relativi contributi e ritenute del proprio personale». Infondate, dunque, le parole di Basile. Un fulmine a ciel sereno, caduto in un periodo in cui le luci sono puntate sul Museo, che ha recentemente presentato l’apertura ufficiale di Villa Cerruti e il nuovo polo museale Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea-Collezione Cerruti. 
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram