Il meglio e il peggio della settimana, in sei notizie non da perdere 3058 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/07/2019
Il viaggio dentro e fuori di te, per il prossimo manifesto di Flashback Opera Viva a Torino
22/07/2019
Partecipa all'edizione 2019 di Fuori Fuoco Moak e racconta il caffè in tutte le sue forme
22/07/2019
Da Noto, in partenza per la Luna, con Photology Air
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Il meglio e il peggio della settimana, in sei notizie non da perdere

   
   
 
Il meglio e il peggio della settimana, in sei notizie non da perdere
pubblicato

L’indispensabile per rimanere aggiornati, selezionato per voi da Exibart. 

UP 

- Il 2020 di Palazzo Strozzi nascerà sotto il segno del contemporaneo, con due grandi mostre dedicate a due maestri: Tomás Saraceno e Jeff Koons. 

- Il Metropolitan si schiera e, per la Giornata del Rifugiato, copre le opere di tutti i grandi della storia dell’arte, costretti a fuggire dalla propria patria. 

DOWN 
- Il direttore delle Serpentine Galleries di Londra, Yana Peel, si è dimessa per un’inchiesta riguardante il suo legame con la NSO, una società israeliana specializzata in armi informatiche. È l’ora di prendersi le proprie responsabilità. 

- Ad Art Basel, un bambino di tre anni distrugge una scultura realizzata da Katharina Fritsch nel 2000, del valore di circa 50mila euro.  

- Secondo gli eredi, quella che si sente nella registrazione pubblicata dalla National Sound Library del Messico non sarebbe la voce di Frida Kahlo. Ma è stato bello crederci.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram