Giovanni Asmundo / Daniele D'Antoni - Peripli. Topografia di uno smarrimento 3087 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva VILLA CONTARINI DEI LEONI ​ Riviera Silvio Trentin Mira 30034

Mira (VE) - dal 31 ottobre al 4 novembre 2013

Giovanni Asmundo / Daniele D'Antoni - Peripli. Topografia di uno smarrimento

Giovanni Asmundo / Daniele D'Antoni - Peripli. Topografia di uno smarrimento

 [Vedi la foto originale]
VILLA CONTARINI DEI LEONI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Riviera Silvio Trentin (30034)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Foto e poesie narrano di Peripli via mare, intorno a un’isola immaginifica (ma molto reale). Approdi e ripartenze si trasformano in uno smarrimento progressivo in forma di peregrinazione mediterranea
orario: 10:00-13:00 e 16:00-19:30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 31 ottobre 2013. ore 18.30
autori: Giovanni Asmundo, Daniele D'Antoni
genere: fotografia, altro, doppia personale
email: c.frigatti@gmail.com
web: peripli.wordpress.com

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Poesie e fotografie si incontrano e si saldano nella narrazione di un viaggio immaginario, una peregrinazione via mare intorno a un’isola intrisa di atmosfere mediterranee. Le poesie di Giovanni Asmundo, sospese tra mitologia, profumi e realtà
quotidiane, tratteggiano un progressivo e simbolico smarrimento, in cui ogni approdo e ripartenza nasconde un senso di perdita. Gli scatti di Daniele D’Antoni, posti in serrato dialogo con esse, instaurano un gioco di rimandi tra suggestioni letterarie e luoghi reali, rivelando che l’isola è tutt’altro che immaginaria; le fotografie sono state scattate infatti tra il 2002 e il 2013 e raccontano una Sicilia vista attraverso uno sguardo anticonvenzionale.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram