Individualismo- Arroganza e Pregiudizi 3144 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/07/2019
A settembre, a Roma apriranno le porte di una nuova Fondazione
19/07/2019
Addio a Mattia Torre, raffinato autore di teatro e tv, padre della serie Boris
19/07/2019
Il segreto di Stonehenge? Secondo un recente studio, era il lardo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva L'ARCO CATALANO - PALAZZO PINTO ​ Via Dei Mercanti Salerno 84121

Salerno - dal 7 al 15 maggio 2019

Individualismo- Arroganza e Pregiudizi

Individualismo- Arroganza e Pregiudizi

 [Vedi la foto originale]
L'ARCO CATALANO - PALAZZO PINTO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Dei Mercanti (84121)
+39 , +39 (fax), +39
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Mostra di Arte Concettuale del Manifesto Brut
orario: dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 20.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 7 maggio 2019. ore 18
curatori: Maria Rosaria Voccia
autori: Vincenzo Ceccato, Irina Danilova, Rino Telaro
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
“Individualismo” - Arroganza e Pregiudizi

Mostra di Arte Concettuale – Arco Catalano di Palazzo Pinto a Salerno
Dal 7 al 15 maggio 2019
Si inaugura martedì 7 maggio 2019, alle ore 18.00, negli spazi dell’Arco Catalano di Palazzo Pinto
a Salerno, la Mostra di Arte Concettuale del Manifesto Brut.
Il tema, “Individualismo- Arroganza e Pregiudizi”, è nato da un’analisi attenta della situazione
economica e socio-politica italiana.
Gli Artisti, Vincenzo Ceccato, Irina Danilova, Rino Telaro, come artisti, esseri umani, informatori,
si sono focalizzati sul fenomeno della resa volontaria o inconsapevole di una stragrande
maggioranza di persone verso un sistema socio-economico dittatoriale, che lascia scarsissime vie
di fuga e
di difesa costringendoci, nella maggior parte dei casi, ad essere prigionieri inconsapevoli di un
sistema perverso, con l’eccezione, di coloro che deliberatamente si offrono al mercato in cambio
di profitti meramente corporali, di orgoglio e ambizione personale.
Il tema esprime, inoltre, la volontà di
dialogare con un pubblico ormai assuefatto da parole cacofoniche e senza senso quindi,
metterlo a confronto con un linguaggio diverso, intriso di emozioni, dove immagini ed artefatti
inabituali cercano di ridare senso al linguaggio e rendere chiara l’informazione.
Sostiene Rino Telaro:
“L’individualismo ci ha resi insensibili, incuranti, senza emozioni.

Tutto deve ruotare intono a noi, tutto può servire a gratificarci ma non a gratificare, tutto può
essere utile per esaltare il nostro Ego.
Chiunque ci ostacola va eliminato, deriso, messo alla berlina insomma, non deve avere nessuna
possibilità per nuocere il nostro Io, i nostri interessi.
Io sono il Dio vivente, io decido cosa sia giusto e cosa non lo è, io sono la verità e come tale la
conoscenza, l’amore per me e di me è incontestabile.
L’arroganza è propria dell’individualista, lo rende sordo e cieco, ed i pregiudizi lo abitano in
continuazione facendogli perdere il contatto con la realtà.
Si racchiude nel suo mondo divenendone prigioniero inconsapevole”.
La mostra si potrà visitare tutti i giorni, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 20.00, è aperta ai
gruppi scuola negli orari antimeridiani prenotando all’indirizzo info@sevensalerno.it
L’ingresso è gratuito.
Curatrice: dr.ssa Maria Rosaria Voccia, Giornalista, Direttore Responsabile del sito di
informazione www.sevensalerno.it
Allestimento su progetto dell’Architetto Pasquale Cicalese
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram