Fino al 30.IX.2017 - Roma anni ’60: no-pop - Erica Ravenna Fiorentini Arte Contemporanea, ... 3111 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.loves - Centrale Fies
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Fino al 30.IX.2017
Roma anni ’60: no-pop
Erica Ravenna Fiorentini Arte Contemporanea, Roma

   
  Alessandra Caldarelli 
 
Fino al 30.IX.2017 - Roma anni ’60: no-pop - Erica Ravenna Fiorentini Arte Contemporanea, Roma
pubblicato

«Mi dispiace per gli americani che hanno così poca storia alle spalle, ma per un artista italiano, romano e per di più vissuto a un tiro di schioppo dalle mura vaticane, popular è la Cappella Sistina, vero marchio del made in Italy» (Tano Festa intervistato da Antonella Amendola).
In occasione del suo summer show, che sarà ospitato nei suoi locali sino al 30 settembre prossimo, la Galleria Erica Ravenna Fiorentini presenta un progetto a cura di Laura Cherubini ed Erica Ravenna stessa che racconta la Roma degli anni Sessanta, quelli dei cambiamenti, delle continue contaminazioni, del fermento artistico, delle nuove espressioni. È quella Roma vissuta da intellettuali, scrittori, artisti, musicisti tra il Caffè del Popolo e il Caffè Rosati, nel fremente scambio di opinioni e interessi che lasciavano intravedere un futuro per l’arte ricco di scenari sempre nuovi ed esaltanti.

Cesare Tacchi, Coppia felice, 1966, tecnica mista su tessuto e tavola, 100 x 80 cmCherubini e Ravenna si soffermano sul panorama italiano "non-pop”, quello cioè che rimane distante dall’influenza americana dell’esplosione della Pop Art, quello che non ha bisogno di rifarsi a una cultura ancora debole di radici storiche e storico-artistiche per poter parlare di novità e cambiamento nella storia dell’arte. Il panorama che presenta Roma anni ’60: no-pop è una rilettura delicata, quasi poetica di quel gruppo di artisti e sognatori ancora molto vicini al modello dell’arte classica e rinascimentale che li ha preceduti. Con uno sguardo piuttosto all’informale o alla metafisica, prendendo le distanze da quella matrice tipicamente consumistica oltretutto esasperata che contraddistingue, nello stesso periodo storico, la ricerca artistica oltreoceano.
Le opere in mostra di Ceroli, Schifano, Tacchi, Kounellis, Marotta, Festa, Angeli, Lombardo, Lo Savio, Mambor, Rotella, Mauri non sono pertanto quelle catalizzate dall’esplosione dei colori industriali degli annunci pubblicitari, ma appaiono sospese, in un dialogo sussurrato, ognuna con un personale registro linguistico per raccontare quei famosi amici di Piazza del Popolo. I lavori sono presentati nello spazio espositivo romano come fossero seduti al tavolino di un bar, vicini l’un l’altro a lasciarsi influenzare dal dire comune. Roma anni ’60: no-pop è un progetto fatto di artisti che non hanno bisogno di essere introdotti con troppe parole, colti in un’esperienza di convivenza perfetta che non consente a nessuno di prevaricare l’altro.

Alessandra Caldarelli
mostra visitata il 1° luglio 2017

Dal 18 maggio al 30 settembre 2017
Roma anni ’60: no-pop
Erica Ravenna Fiorentini Arte Contemporanea
via Margutta, 17 – 00187 Roma
Orari: lunedì-venerdì 10.30-19.30 | sabato 10.30-13.30 (o su appuntamento)
Info: artecontemporanea@ericafiorentini.it; www.ericaravenna.it

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Alessandra Caldarelli
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 
trovamostre
@exibart on instagram