Alfarano e Passarello da Mudima, Milano 3068 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/07/2019
Il viaggio dentro e fuori di te, per il prossimo manifesto di Flashback Opera Viva a Torino
22/07/2019
Partecipa all'edizione 2019 di Fuori Fuoco Moak e racconta il caffè in tutte le sue forme
22/07/2019
Da Noto, in partenza per la Luna, con Photology Air
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Alfarano e Passarello da Mudima, Milano

   
   
 
Alfarano e Passarello da Mudima, Milano
pubblicato

Alla Fondazione Mudima di Milano inaugurano oggi, 25 giugno, le personali di Angela Passarello, "Scritto in mare”, a cura di Francesca Pasini, e di Daniela Alfarano, "Come un pensiero leggero”, a cura di Davide Di Maggio
Abbiamo posto alcune domande sulle mostre allo staff della Fondazione Mudima.
Come si inseriscono queste mostre nella programmazione della Fondazione Mudima?
«La Fondazione Mudima ha come scopo principale quello di promuovere le arti visive e di sostenere artisti italiani e esteri attraverso l'organizzazione di esposizioni e la produzione di materiali promozionali come cataloghi ecc».   
Su quali aspetti della ricerca di Daniela Alfarano si concentra la mostra "Come un pensiero leggero”?
«La ricerca di Daniela Alfarano nasce dalla necessità di evasione dal pensiero della perdita di sua madre morta quando era giovane. Tutte le volte che ha visto le piume caderle davanti ai suoi occhi ha sentito la sua presenza e quella degli angeli. Da lì nasce questa ossessione di disegnarne decine, centinaia, per sentirsi meno sola. Disegna queste piume facendole uscire dal buio e cercando al loro anima o forse l'anima stessa ha la forma di una piuma. Una delle due installazioni in mostra "L'angelo e la piuma chiusa” prende spunto da quando una piuma cadendo si è posata su un piccolo vangelo coprendo la prima lettera della parola lasciando la parola angelo che da il senso e il titolo al progetto».
Su quali aspetti della ricerca di Angela Passarello si concentra la mostra "Scritto in mare”?
«Angela Passarello, in piccolo o grande formato, dipinge sempre lo stesso quadro, quasi ossessivamente. La visione della Rupe Atenea spazia all'infinito su un orizzonte di mare e cielo, in cui alcuni animali sospesi nell’aria fissano gli occupanti dei barconi che transitano nel mare. Architetture improbabili e frutti locali occupano la scena aggiungendo enigma ad enigma. In tutti i suoi quadri e disegni si può "ascoltare” il racconto del sentimento di vastità che proviamo davanti al mare e del desiderio di affetto che leggiamo negli occhi di un animale». 
Potete darci qualche anticipazione sulla programmazione dell'autunno?
«La programmazione della Fondazione Mudima continuerà con la mostra personale del fotografo Francesco Radino (19 settembre – 18 ottobre 2019), a cura di Roberta Valtorta, 
la mostra personale di Eric Andersen (22 ottobre – 15 novembre), la performance dell'artista giapponese Masaki Iwana (20 ottobre), una serata all'interno del Festival Danae e la mostra personale dell'artista Ozmo-Mladen Music (21 Novembre – 22 Dicembre)». (Silvia Conta)

Daniela Alfarano
"Come un pensiero leggero”
a cura di Davide Di Maggio
Dal 25 giugno al 24 luglio 2019
---
Angela Passarello
"Scritto in mare”
a cura di Francesca Pasini
Dal 25 giugno al 24 luglio 2019
---
Fondazione Mudima
Via Alessandro Tadino 26, Milano
Opening: 25 giugno 2019, alle 18.30
Orari: dal lunedì al venerdì, dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00
www.mudima.net, info@mudima.net


 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram