Luigi Granetto - Archaeology Habituel: scavi e reperti 3149 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/12/2018
A Milano, le case dei libri. Vendita, scambio e mostra, sul filo dell’arte
14/12/2018
L’universo in bottiglia. Ilaria Vinci si aggiudica l’ottava edizione del Menabrea Art Prize
14/12/2018
La casa sull'albero progettata dall'architetto Will Beilharz
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva SPAZIO VISIONNAIRE DESIGN GALLERY ​ Piazza Cavour 3 Milano 20121

Milano - dal 20 settembre al 13 ottobre 2010

Luigi Granetto - Archaeology Habituel: scavi e reperti

Luigi Granetto - Archaeology Habituel: scavi e reperti

 [Vedi la foto originale]
SPAZIO VISIONNAIRE DESIGN GALLERY
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Cavour 3 (20121)
+39 0236512554
www.visionnairemilano.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

"Archaeology Habituel" presenterà una selezione di opere che Granetto ha dedicato al mondo della moda, nonché il catalogo in CD dell'artista inserito in una serie di opere uniche create per l’occasione
orario: Da lunedì a sabato
Dalle 10.00 alle 19.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 20 settembre 2010. ore 18.30
ufficio stampa: PRESS & MEDIA
autori: Luigi Granetto
note: organizzata da Fabbrica Eos
genere: arte contemporanea, personale
email: info@fabbricaeos.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
In contemporanea con Moda Donna, lo Spazio Visionnaire di Milano propone dal 20 settembre al 13 ottobre "Archaeology Habituel: scavi e reperti", personale di Luigi Granetto organizzata da Fabbrica Eos.

"Archaeology Habituel" presenterà una selezione di opere che Granetto ha dedicato al mondo della moda, nonché il catalogo in CD dell'artista inserito in una serie di opere uniche create per l’occasione.

ARCHAEOLOGY HABITUEL: scavi e reperti
Vernissage. Lunedì 20 settembre 2010 alle ore 18.30

La selezione comprende oltre alle opere pittoriche dedicate a singoli stilisti, una serie di sculture legate al reperto di moda (borse lacerate) e le installazioni totemiche (sculture espositori). Gli "scavi e i reperti" di Luigi Granetto sono il risultato di un curioso metodo archeologico che azzera il tempo: scavo in un futuro immaginario di un passato troppo presente. Partendo dalla felice battuta
di Achille Bonito Oliva "l'abito serve a coprire, l'arte a scoprire", viene rappresentato l'effimero come coraggio "epico" di innovare e rinnovarsi mettendosi sempre in gioco. I lavori che Granetto ha dedicato alla moda coprono un ventennio d’attività (1988-2009): una parte di essi, dai piccoli formati (35x35) ai medi (130x100), è stata esposta nello store Oxus della Galleria Vittorio Emanuele a Milano (2001), al Museo del Castello Estense di Ferrara (2005), nella Fellbach-Haus di Stoccarda (2006) e al Miart, Galleria Pluraebello (2007). Fra le opere per i singoli stilisti, ricordiamo quelle dedicate ad Armani, Gucci, Prada, Versace, Cavalli, Dolce e Gabbana, Ferré, Blumarine, Etro, Krizia, Moschino, Ferragamo, Missoni, Burani, Biagiotti, Roccobarocco, Emilio Pucci, Scervino, Coveri, Les Copains, Max Mara, Mila Schön, Sarli, Colangelo, Albino, Berardi, Aliviero Martini, Paola Frani, Love Sex Money, Iceberg, Marni, Aquilano Rimondi, Dsquared2, Jil Sander, Parah, Luciano Soprani, Seduzioni Diamond di Valeria Marini, Cesare Paciotti, Jimmy Choo, Icône, Roger Vivier, Islo, Bagatt, Loriblu, Santoni, Bathing Ape, Wunderkind.

L’artista sarà presente all’inaugurazione.
Con preghiera di segnalarci l'eventuale pubblicazione.
VISIONNAIRE DESIGN GALLERY
Piazza Cavour 3,Milano
Tel. +39 02 36512554
Da lunedì a sabato - Dalle 10.00 alle 19.00 - Ingresso libero

FABBRICA EOS Giancarlo Pedrazzini (tel. 02/6596532)
UFFICIO STAMPA Eleonora Tarantino Press & Media
(mob. 335/6926106) le immagini ad alta definizione sono disponibili in formato elettronico o su cd, inviare richiesta a: pressmedia@coolmag.it
Il trattamento dei Suoi dati viene svolto all'interno del nostro ufficio, nel rispetto del Decreto Legislativo n. 196/2003. Le nostre informazioni (comunicati stampa, informative, rettifiche, ecc.) Le vengono inviate per la Sua attività giornalistica, nell'ambito dei media e non sono da considerarsi oggetto di "spamming".
In qualsiasi momento Lei potrà chiedere la modifica dei propri dati o, addirittura, la cancellazione scrivendo all'indirizzo sopra indicato, se non ritenesse di Sua pertinenza le nostre comunicazioni.

LUIGI GRANETTO

Luigi Granetto svolge un’intensa attività in campo artistico e letterario. Inventore di felici formule editoriali, ha dato un significativo contributo alle ricerche sugli aspetti interdisciplinari delle arti. In qualità di pittore, ha realizzato mostre personali e collettive esponendo nelle maggiori gallerie italiane e straniere. Nel 1971 fonda la casa editrice Anteditore, per la quale illustra Il Casino dei Trapassati di Tristan Corbière e fino al 1976 alcune copertine e manifesti. Fra quelle dedicate al teatro, segnaliamo l'Edipus e il Macbetto di Giovanni Testori, mentre per quanto riguarda i Manifesti Lato Side ricordiamo i numeri dedicati a Paul Simon, Antonello Venditti, Francesco De Gregori, Alan Sorrenti, Roberto Vecchioni, Francesco Guccini, Tito Schipa Jr. Nel 1979 fonda la Casa Editrice Lato Side e disegna il ritratto di Patti Smith per il libro delle sue poesie. Nel 1982 scrive saggi dedicati a Guido e Maurizio de Angelis, Vinicius De Moraes, Luigi Tenco, Nino Manfredi e Ivan Graziani per "Hit Parade International", collana realizzata dalla divisione Grandi Opere di Armando Curcio Editore. Nel 1987 espone nella Chiesa di San Tiburzio, a Parma, 7 tele dedicate alla Creazione del mondo in occasione del debutto al Teatro Regio dell'opera “Genesi” di Franco Battiato. Dal 1988 al 1992 realizza il "Trono Vuoto", mostra di sculture, pitture e suoni che si snoda in 18 stanze. Alcune opere del ciclo vengono esposte a Palazzo Boncompagni (1990) e alla Galleria La Steccata di Milano (1993). Nel 1991 esce il volume d'arte "Notte Trafigurata" con opere di Granetto, poesie di Giuseppe Giovanni Battaglia e presentazione di Alessandro Masi, che sarà il tema delle personali alla Galleria Daverio (Milano), alla libreria La Conchiglia (Capri) e alla Galleria La Steccata (Punta Ala) con lavori dedicati alla notte. Nel 1992, inaugura la Galleria L'Opera di Napoli con una mostra intitolata agli Occhiali di Mondrian ed espone a New York un grande quadro dedicato a Piero della Francesca in occasione delle Colombiadi. Nel 1993, durante la mostra alla Galleria La Steccata di Milano viene pubblicato "A Nord Dell'Arte", catalogo a cura di Alessandro Masi e Tonino Sicoli. Nello stesso anno, realizza personali nel Palazzo Arese di Robecchetto e nella Chiesa di San Bernardino, a Sedriano; partecipa con 2 Gioielli ad "Art & Tabac" (a cura di Pierre Restany) nelle Scuderie di Palazzo Ruspoli a Roma, al Tabakmuseum di Vienna e al Rai di Amsterdam; partecipa alla Fiera di Milano per Arte&Gelato. Nel 1994, personali ad Artefiera Bologna nello stand della Galleria Steccata e alla Galleria Tan di Zurigo con Kokocinski e Franke, collettive alla Galleria Italarte di Roma, all'Expo Arte di Montichiari ed esposizione nella Sala Consigliare di Canegrate. Nel 1995, espone allo Spazio Ansaldo e al Palazzo della Triennale di Milano i suoi progetti per il Consorzio Replastic; nel 1999, dipinge un ciclo di 100 opere dedicate al mondo della moda; nel 2007, per la Galleria Annunciata di Milano, presenta al Miart opere del 1968, alla Galleria Pluraebello lavori sulla moda e partecipa alla mostra "Dante 100X100" nei chiostri della Società Umanitaria. Nel 2008, al Miart, presenta da Grossetti la personale "Facies”. L’anno successivo espone opere dedicate alla moda nello Studiolo della Galleria San Lorenzo, a Milano.

La Moda e l'attimo http://www.gnomiz.it/granetto/index.htm
Luigi Granetto http://www.gnomiz.it/nexus/arte00/homep.htm
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram